regalamiamore
Vorrei poter essere di più. Se non per me, almeno per te, e per la mia famiglia. Nessuno qua intorno meritava di avere un peso come me addosso. E ti giuro, io avrei voluto essere diversa, avrei voluto essere un tipo meno problematico e paranoico. Di quelli che si lasciano scivolare addosso tutto senza creare problemi a nessuno. E dio, ve lo sareste meritato tutti qualcuno del genere. E mi dispiace doverci stare io al posto di quel qualcuno, perché io proprio non reggo il confronto, io peso troppo sugli altri. E non ci saranno ‘scusa’ che reggano per poter cancellare quello che sono e gli errori che faccio ogni giorno. Però giuro che mi dispiace, e che desideravo altro, per tutti quanti voi.
thereasonformeisyou
Mi dispiace essere così come sono.
Mi dispiace aver sempre paura, voler essere rassicurata su tutto. Mi dispiace essere debole. Mi dispiace diventare triste per delle sciocchezze e mi dispiace rendere triste te. Perdonami se sono diventata dipendete dal tuo sorriso e dalle tue parole dolci, scusa se non riesco più a farne a meno. Scusami anche perché mi scuso troppo e scusa per altre mille cose.
Perdonami se puoi e ti prego, amami anche se sono fatta così dannatamente male.
promettimiditornare
Torniamo indietro.
Torniamo a quando ti mancavo da morire, a quando mi mandavi il “buongiorno”, torniamo a quando parlavamo tutta la notte.
Torniamo a quando lasciavo perdere la scuola per vederti, torniamo a quando programmavo fughe con conoscenti pur di venire da te. A casa.
Torniamo a quando litigavo con mia madre perché piangevo da morire e la causa eri tu.
Torniamo a quando piangevo da morire. A quando aspettavo tuoi messaggi e tu non c’eri; A quando eravamo orgogliosi entrambi e ci sentivamo dopo giorni, ma poi ci sentivamo, perché ci mancavamo.
Torniamo a quando scrivevo messaggi così che dicevo di non mandarti mai, e tu mi pregavi, perché volevi leggerli.
Torniamo a quando eri tutti i miei sorrisi, a quando se mi chiedevano di te io ero felice e basta. Torniamo a quando facevamo tanti progetti su un futuro, un futuro che ora però non c’è.
Torniamo a quando ti guardavo negli occhi e un attimo dopo mi giravo per ridere, perché non ce la facevo. Perché i tuoi occhi erano e continuano ad essere troppo per me. Torniamo a quando mi chiedevi di guardarti negli occhi almeno 5 minuti.
Torniamo a quando mi baciavi i sorrisi.
Torniamo a quando non sapevo cosa mettere il sabato sera, perché c’eri tu, e quindi dovevo essere bellissima.
Torniamo a quando mangiavamo insieme al McDonald’s, a quando facevamo foto e video insieme; Torniamo a quando camminavamo mano nella mano e le persone ci invidiavano, perché eravamo bellissimi.
Torniamo a quando fumavamo insieme, anche se io ero solo agli inizi. Torniamo a quando mi addormentavo con il sorriso, a quando se mi chiedevano come stavo non ci pensavo neanche due volte a dire che stavo bene.
Torniamo a tutte quelle volte che avrei voluto finirla e non l’ho fatto, e sono stata in silenzio. Perché non ce l’avrei fatta. Torniamo a tutte quelle volte che ti ho perdonato, senza che tu lo sapessi. Torniamo indietro.
Torniamo agli abbracci da dietro, ai sorrisi, agli sguardi, alle mani.
Torniamo tanto, tanto indietro. Torniamo a quando eravamo insieme. Torniamo indietro, insieme.
Torniamo a quando ero felice, perché ora, se te lo stai chiedendo, non lo sono più.
ragazza-sbagliata
Io non sono un ‘tipo’ di persona e questo mi ha sempre fatta arrabbiare.
Io non posso dire: “sono quel tipo di persona che….”
No. Io non sono un tipo e lo trovo assurdo perché davanti alla proposta: “Parlami di te.”, io rimango lì a cercare parole che non vogliono proprio uscire.
Io amo i libri, ma odio studiare.
Adoro uscire in compagnia, però mi sento sempre sola.
Amo la pioggia, ma quando c’è rimango a guardarla da dietro la finestra.
Mi piace scrivere messaggi lunghi,ma alla fine cancello tutto e non invio mai.
Sono dannatamente fragile quando si tratta di sentimenti, eppure dicono che io un cuore non lo possiedo.
Sorrido davanti a chi mi insulta, ma dentro sto già raccogliendo i pezzi di me che si sono sparsi ovunque.
Mi guardo intorno e mi sforzo di non vedere nulla, ma noto ogni dettaglio.
Fingo una giornata intera di star bene ma la sera anche se provo a fingere, con me stessa non funziona.
Sono dannatamente io, e mi fa arrabbiare.
Ragazza Sbagliata. (via ragazza-sbagliata)